Conservazione

Ogni alimento ha il suo posto.

I Food Ninja conservano gli alimenti in modo intelligente prolungandone così la vita.
Scopri come tenere sotto controllo il contenuto della cucina e degli armadietti.

Prendi esempio dai professionisti della logistica: First in, first out.

Come Food Ninja, colloca le derrate alimentari acquistate di recente sul fondo dei mobili e sposta in avanti i prodotti più vecchi. Così si dimenticano di meno le cose e si tiene sempre traccia di ciò che dovrebbe essere consumato al più presto. Le conserve e i surgelati fatti in casa vanno etichettati con la data.

Tutto al suo posto. Ma cosa si trova dove?

L'ordine e una visione completa non solo piacciono agli amanti dell'ordine, ai minimalisti e ai fan di Marie Kondo, ma sono ottimi anche per salvare le derrate alimentari dal deterioramento. Qui ci sono alcuni consigli e trucchi per veri Food Ninja:

La dispensa:

Ottimo per la conservazione di derrate alimentari secche come fiocchi, pasta, farina, legumi e spezie, ma anche conserve, oli e sciroppi.
Si consiglia di conservare le confezioni aperte in contenitori ermetici e trasparenti in vetro o plastica e di etichettarle con le date.
Gli armadi nei pressi di fonti di calore quali il piano cottura o il frigorifero sono meno adatti alla conservazione.
Il pane rimane fresco più a lungo in una cassetta per il pane.

Il frigorifero

Perfetto per alimenti deperibili quali latticini, carne, pesce, uova, creme spalmabili, avanzi di cibo nonché frutta e verdura resistenti al freddo. Tra queste annoveriamo carciofi, insalate in foglia, cavolfiori, fagioli verdi, broccoli, piselli, fragole, carote, cavolo bianco, ravanelli, cavoletti di Bruxelles, barbabietole, sedano, asparagi, spinaci, nonché mele, albicocche, pere, ciliegie, kiwi, pesche noci, prugne, pesche, uva e prugne.
Imposta il frigorifero a 5 °C: le temperature più calde favoriscono la riproduzione dei batteri.
Per evitare odori e disidratazione, è necessario tenere le derrate alimentari ben chiuse. Verdura e frutta si conservano al meglio in sacchetti permeabili all’aria o perforati.
Lascia raffreddare gli avanzi caldi prima di metterli in frigorifero. In questo modo si evitano sprechi di energia e l’interruzione della catena del freddo dei prodotti vicini.
Si consiglia di conservare gli avanzi delle conserve in un altro contenitore.
Evita di sovraccaricare il frigorifero e apri lo sportello solo brevemente.
Nello scompartimento superiore, imposta dagli 8 ai 9 °C, ideali per conservare: formaggi, carni affumicate, piatti pronti, torte e avanzi.
Nello scompartimento centrale la temperatura è di circa 5° C, ideale per: latticini, panna, yogurt o quark.
Nello scompartimento inferiore la temperatura varia dai 2 ai 3° C, ideale per: carne, pesce, salsicce, pollame, insalate miste pronte, confezioni aperte e alimenti con la dicitura «Conservare in frigorifero».
Da mettere nel cassetto sul fondo: frutta e verdura resistenti al freddo.
Nella parte superiore dello sportello: uova, formaggio, marmellata e burro.
Nella parte centrale dello sportello: marmellata, maionese, senape, ketchup, salse.
Nella parte inferiore dello sportello: latte e succhi aperti.

Il congelatore

Metti i prodotti surgelati nel congelatore subito dopo l’acquisto.
Scrivi la data sui prodotti da te surgelati.
I prodotti conservati troppo a lungo nel congelatore perdono la loro qualità (sapore, ecc.).
Non mettere mai alimenti caldi nel vano congelatore. Questo spreca molta energia e interrompe la catena del freddo degli alimenti vicini.
Congela sempre gli alimenti in piccole porzioni.
Sbrina i vani ricoperti di ghiaccio. Apri lo sportello solo brevemente.
La temperatura ideale è di –18 °C o meno.

La cantina o la dispensa

Ideale per verdure molto acquose e frutta esotica che non è possibile conservare in frigorifero. Tra queste annoveriamo ananas, melanzane, avocado, banane, pompelmi, guaiava, cetrioli, patate, zucche, mandarini, mango, meloni, arance, papaia, frutto della passione, peperoni, cetrioli per insalata, pomodori, limoni, zucchine e cipolle.
Lo scompartimento deve essere buio, ben ventilato e a una temperatura non superiore ai 18 °C.
Controlla regolarmente le date di conservabilità e utilizza prima le derrate alimentari più vecchie.
Ti consigliamo di conservare separatamente frutta e verdura, poiché la frutta assume facilmente odori estranei.
Importante: la frutta in maturazione come mele, kiwi, pere, albicocche, pesche, ciliegie e pomodori deve essere conservata separatamente in quanto secerne etilene. Questo gas di maturazione fa sì che le verdure invecchino prematuramente e le patate germoglino.

Un consiglio generale per i Food Ninja: congelate e scongelate.

Hai comprato troppo o cucinato grandi quantità di cibo? Nessun problema, congela tutto! Prima si congelano le derrate alimentari, meglio si conservano le vitamine. Per i prodotti di origine animale, assicurarsi che la catena del freddo non venga interrotta. Se si compra cibo surgelato, proteggerlo nel frattempo dallo scongelamento.

Igiene e parassiti come le tarme.

Insetti come le tarme delle derrate alimentari possono infestare tutte le scorte secche. Solo il sale e i grassi puri sono sicuri. Il calore e l'umidità favoriscono la diffusione di parassiti. Proteggi le tue scorte mantenendole fresche e asciutte in contenitori ermetici. È necessario trasferire il contenuto di confezioni aperte in contenitori ermetici. Perché i parassiti possono mordere la carta.

I parassiti di solito possono essere eliminati senza l'uso di sostanze chimiche. Butta via tutte le derrate alimentari contaminate ben confezionate. Quindi pulisci il mobile e l'ambiente circostante con un aspirapolvere, compresi tutti gli angoli e le fessure. I sacchetti dell'aspirapolvere e la vecchia carta dell'armadio devono ora essere tenuti ben chiusi nel sacco della spazzatura e immediatamente allontanati dalla casa, altrimenti i parassiti si insinueranno di nuovo.

Anche gli alimenti ammuffiti devono purtroppo essere smaltiti: la soluzione migliore è tra i rifiuti organici.

Sbollentare.

Sbollentare è un trucco pratico per mantenere la verdura e la frutta fresca e croccante più a lungo. Questa tecnica rallenta notevolmente il processo di maturazione e di decomposizione e preserva vitamine e minerali. Spesso è anche consigliabile sbollentare le verdure prima del congelamento, in quanto questo le aiuta a resistere meglio alle temperature fredde.

Come funziona? Prepara dell’acqua ghiacciata e poi inizia: metti poche verdure alla volta in acqua bollente, in modo che l'acqua non si raffreddi troppo. Cuoci brevemente le verdure (sbollentare). La durata varia a seconda del tipo di ortaggio: agli spinaci bastano pochi secondi, ai peperoni pochi minuti. Poi raffredda rapidamente le verdure in acqua ghiacciata.

Essiccare.

Adori la frutta e la verdura disidratate? Molto bene. L'essiccazione è una tecnica antica che si adatta perfettamente al salvataggio delle derrate alimentari. Se non riesci a mangiare i prodotti freschi in tempo: mettili nell’essiccatore!

Il modo migliore per farlo è quello di utilizzare un essiccatore in cui si utilizzano temperature inferiori a 42 gradi e l’essicazione viene effettuata naturalmente e delicatamente in qualità della verdura cruda.

Verdure, germogli, erbe, funghi e noci possono essere facilmente essiccati con un essiccatore e di conseguenza conservati. Anche la carne, ma per questo è necessario un essiccatore con intervalli di temperatura più elevati.

I professionisti dell'essiccazione non conoscono limiti e preparano con il loro essiccatore barrette di muesli, bucce di frutta, chips e molto altro ancora.

Sciroppare e mettere in conserva.

Sicuramente sai come preparare i cetriolini sottaceto. Con questo processo le derrate alimentari vengono conservate in un liquido, di solito in aceto, olio o alcool. La maggior parte della frutta, delle erbe e delle verdure sono adatte alla messa in conserva. È possibile conservare tali prodotti in luoghi freschi e bui per diversi mesi.

Sciroppare è particolarmente indicato per verdura e frutta fresche, ad esempio per le marmellate. È un modo semplice per conservare a lungo i prodotti di stagione. Idealmente anche diversi anni. Inoltre, è anche possibile conservare più a lungo i piatti cotti e anche la carne. Quando le derrate alimentari vengono sciroppate o conservate, vengono inserite in vasetti puliti, che vengono poi chiusi e riscaldati. Il riscaldamento crea una sovrappressione nel vasetto, il raffreddamento crea il vuoto. In questo modo il vasetto rimane ermetico e protegge il contenuto dai germi.

Mettere sottovuoto.

Per questo procedimento serve una macchina per sottovuoto. Una pompa aspira l'aria dalla confezione, che viene poi sigillata. L'imballaggio ermetico rallenta il processo di decomposizione e aumenta da tre a cinque volte la conservabilità delle derrate alimentari. Le derrate alimentari conservano il loro aspetto, sapore, vitamine, minerali e altri nutrienti. E richiedono molto meno spazio nel frigorifero o nel congelatore.

Ravvivare i prodotti appassiti.

Oops, anche le verdure di un Food Ninja a volte possono appassire o "afflosciarsi». Nessun problema! Immergi le verdure appassite in acqua fredda per dieci minuti. Guarda: le carote morbide si raddrizzano di nuovo, l'insalata diventa di nuovo croccante e il broccolo riconquista il suo morso. Buon appetito!

Idea!